IMC!


Contenuti


Foto

 







Curiosando...
Novita  Novità Link  Link Blog  Blog English  Español 
07 - Monitorare il server con Munin


 | 

Munin
La pagina principale di Munin.


Munin è uno dei principali software comunemente utilizzati per monitorare un server Linux. Si occupa di registrare su base giornaliera, settimanale, mensile e annua l'andamento del server, presentando i risultato in forma grafica. Altri programmi molto diffusi sono Nagios e Cacti. Munin è diviso in due componenti:
  • Un server, che raccoglie le informazioni sul sistema e le memorizza nel proprio database ogni cinque minuti;
  • Un client, che legge il database e visualizza i dati sotto forma di grafici in varie pagine web.

Il procedimento di installazione è il seguente:
  1. Installiamo server e client con:

    sudo apt-get install munin munin-node

    Il software è ora attivo. Inizierà da subito a misurare i parametri del sistema ogni 5 minuti. La cartella di default nella quale sono memorizzati i file HTML con le statistiche è /var/www. Di defalult, è possibile visualizzare le statistiche solo in un browser eseguito sullo stesso computer, con indirizzo 127.0.0.1/munin/.
  2. Se vogliamo cambiare la cartella HTML di defaul a /mio/percorso, dobbiamo innanzitutto cambiare i permessi in modo che munin possa scrivervi:

    sudo chown munin.munin -R /mio/percorso/

    Ricordiamoci che tutte le cartelle contenenti la cartella /mio/percorso/ dovranno avere i permessi di lettura e esecuzione (r-x) anche per gli utenti altri. Per impostare tali permessi, eseguire per ogni sovracartella il comando:

    sudo chmod 755 /mio/

  3. Indichiamo a munin il percorso della nuova cartella modificando la direttiva htmldir nel suo file di configurazione /etc/munin/munin.conf:

    sudo nano /etc/munin/munin.conf

  4. Nella configurazione del webserver Apache aggiungiamo la cartella /mio/percorso e il relativo alias.
Monitorare l'hardware
La configurazione standard di Munin permette di registrare e monitorare numerose caratteristiche del sistema, ma non include le proprietà hardware, quali temperature, tensioni, ventole, attributi SMART dei dischi. In questa sezione vedremo come abilitare vari plugin che permettono di svolgere questa funzione. Dopo l'attivazione di ciascuna estensione sarà necessario attendere 5 minuti o più prima che il primo grafico venga prodotto. Quando i dati saranno sufficienti (una decina di minuti, in genere), anche l'indice index.html che riassume tutti parametri monitorati verrà aggiornato automaticamente, includendo i nuovi valori.

Proprietà hardware
Se la scheda madre supporta tale funzionalità, è possibile monitorare le proprietà hardware del sistema, quali tensioni, temperature e velocità delle ventole.
  1. Installiamo il pacchetto sensors:

    sudo apt-get install lm-sensors

  2. Usiamo una utility fornita dal pacchetto sensors per ricerchiamo automaticamente i sensori disponibili e supportati:

    sudo sensors-detect

    Rispondiamo SI a ogni domanda di ricerca. Confermiamo alla fine di voler automaticamente aggiungere i moduli indicati in /etc/modules.
  3. Riavviamo per rendere tutto effettivo.
  4. Testiamo con il comando "sensors" . Si dovrebbe ottenere qualcosa come:

    it87-isa-0290
    Adapter: ISA adapter
    in0:          +1.73 V  (min =  +3.57 V, max =  +4.05 V)  ALARM
    in1:          +2.50 V  (min =  +3.04 V, max =  +4.08 V)  ALARM
    in2:          +1.62 V  (min =  +0.00 V, max =  +4.08 V)
    in3:          +2.98 V  (min =  +3.95 V, max =  +4.08 V)  ALARM
    in4:          +2.99 V  (min =  +4.02 V, max =  +4.05 V)  ALARM
    in5:          +1.70 V  (min =  +4.06 V, max =  +4.08 V)  ALARM
    in6:          +0.99 V  (min =  +0.00 V, max =  +4.08 V)
    in7:          +2.96 V  (min =  +3.82 V, max =  +3.44 V)  ALARM
    Vbat:         +4.08 V
    fan1:           0 RPM  (min =    0 RPM, div = 2)
    fan2:        5869 RPM  (min =    0 RPM, div = 2)
    fan3:           0 RPM  (min =    0 RPM, div = 2)
    temp1:        +28.0°C  (low  = -65.0°C, high = -22.0°C)  sensor = thermistor
    temp2:        +23.0°C  (low  =  -1.0°C, high =  -9.0°C)  sensor = thermal diode
    temp3:        -55.0°C  (low  =  -9.0°C, high = +127.0°C)  sensor = thermistor
    intrusion0:  OK

  5. Integriamo in munin creando dei link simbolici agli script:

    sudo ln -s /usr/share/munin/plugins/sensors_ /etc/munin/plugins/sensors_fan
    sudo ln -s /usr/share/munin/plugins/sensors_ /etc/munin/plugins/sensors_temp
    sudo ln -s /usr/share/munin/plugins/sensors_ /etc/munin/plugins/sensors_volt

Proprietà SMART per i dischi fissi
Gli attributi SMART permettono di determinare lo stato di salute fisico del disco, in modo da prevederne la rottura.
  1. Installiamo smartmontools con:

    sudo apt-get install smartmontools

  2. Testiamolo con:

    sudo smartctl -a /dev/sdb

  3. Attiviamo il plugin in munin:

    sudo ln -s /usr/share/munin/plugins/smart_ /etc/munin/plugins/smart_sdb

Temperatura del disco
Spesso la temperatura del disco è riportata anche tra gli attributi SMART. Tuttavia se vogliamo che venga disegnata in un grafico a parte, possiamo usare il plugin di munin apposito:
  1. Installiamo hddtemp:

    sudo apt-get install hddtemp

  2. Parte automaticamente un tool di configurazione. Per ripeterlo si può sempre scrivere:

    sudo dpkg-reconfigure hddtemp

  3. Testiamo con:

    sudo hddtemp /dev/sdb

    Che produce:

    /dev/sdb: SAMSUNG HD103SI: 21°C

  4. Attiviamo in Munin con:

    sudo ln -s /usr/share/munin/plugins/hddtemp_smartctl /etc/munin/plugins/hddtemp_smartctl


 | 

Ulteriori link






Commenti

Nessun commento presente!

Scrivi un commento

Pui scrivere quì sotto un commento all'articolo che hai appena letto. Non sono abilitate smile, immagini e link. La lunghezza massima del commento è 4000 caratteri. La buona educazione è benvenuta, tutti i commenti offensivi saranno cancellati.

Your comment (lascia bianco!):
Utente (max 25 caratteri, obbligatorio)
Sito web (max 255 caratteri, facoltativo)
e-Mail (max 255 caratteri, facoltativa, non sarà pubblicata) Your opinion (lascia bianco!):
Commento (max 4000 caratteri, obbligatorio):





Valid HTML 4.01 Transitional
E-Mail - 105.67 ms

Valid HTML 4.01 Transitional